Stati generali delle valutazioni ambientali

Il 9 e 10 dicembre 2021 si celebreranno gli “STATI GENERALI DELLE VALUTAZIONI AMBIENTALI”. Evento promosso ed organizzato dal Ministero della Transizione Ecologica e dalla Commissione VIA nazionale, con la regia del suo Presidente Massimiliano Atelli.

L’evento ha la finalità di porre a confronto, con il coordinamento della Commissione VIA, i principali esponenti Istituzionali, aziendali, professionali e i diversi stakeholders a vario titolo coinvolti in quello che rappresenta il momento più rilevante e delicato del procedimento autorizzativo. Procedimento che sottende un rilevantissimo interesse nazionale da tutelare: il valore ambientale.

Gli interventi ed il confronto garantiranno certamente un significativo contributo allo sviluppo del dibattito nazionale, pubblico ed istituzionale che dovranno tendere certamente al miglioramento complessivo del sistema Paese, in particolare nella prospettiva della sua tutela ambientale, contemperandola con altri rilevanti e positivi interessi altrettanto meritevoli di tutela quali lo sviluppo nel contesto della transizione ambientale ed energetica.

La prima sessione di lavoro da titolo “Una Fase 2 per la VIA fra target sovranazionali e localismi nella cultura del territorio e d'impresa” sarà trasmessa dalla sede aziendale di CVA a Châtillon alla presenza del Presidente Massimiliano Atelli, del Presidente della Regione Autonoma Valle d’Aosta Erik Lavevaz e dell’Amministratore Delegato di CVA Giuseppe Argirò, che interverranno nella prima sessione.

L’individuazione della Regione Valle d’Aosta per l’apertura dei lavori con la prima sessione rappresenta un’occasione importante per rimarcare lo straordinario valore ambientale del territorio insieme, alla sua principale azienda, CVA, leader a livello nazionale nella produzione di energia da fonte rinnovabile, che garantisce un grande contributo alla transizione energetica ed ambientale. Regione che lavora con determinazione al raggiungimento dell’obiettivo di Regione Carbon Free al 2040, e che vede in questa occasione un ulteriore stimolo a proseguire sulla strada intrapresa.

Condividi con