Premio Innovazione SMAU

A partire dal 2010, frutto del desiderio di innovazione di una squadra interna composta da giovani ingegneri e periti industriali della Funzione Ingegneria Elettromeccanica, è stato avviato un percorso finalizzato alla creazione di un processo di gestione unificato, efficace e tecnologico dell’esercizio degli impianti elettromeccanici. Questo processo ha portato all’installazione di nuovi sistemi automatici ideati in-house. Attraverso l’utilizzo dei nuovi sistemi, la qualità di gestione dell’esercizio della rete elettrica è migliorata, riducendo le perdite di energia ed ottimizzando le risorse energetiche.

La vision altamente innovativa del team Innovation Research & Development ha permesso di realizzare qualcosa che fino a quel momento risultava impossibile, mentre oggi quest’impostazione è già uno standard aziendale. Candidata nel 2019 al Salone delle Macchine e delle Attrezzature per l’Ufficio di Milano, l’evento più importante dedicato all’innovazione per le imprese e le Pubbliche Amministrazioni, l’iniziativa ha vinto il Premio Innovazione SMAU. Il concorso nasce con l’obiettivo di valorizzare e condividere i progetti più innovativi realizzati dalle aziende e dagli enti pubblici grazie all’utilizzo di tecnologie digitali e soluzioni all’avanguardia.

Il 22 ottobre 2019 l’ing. Lorenzo Artaz, Direttore Operativo di CVA SpA, e il team Innovation Research & Development della Funzione dell’ingegneria Elettromeccanica hanno ricevuto per conto della società, il Premio innovazione SMAU destinato alle realtà altamente innovative, durante l’evento svoltosi allo SMAU Live Show di Milano.

Il progetto premiato riguarda la realizzazione di software di Regolazione automatica: il Regolatore di Velocità/Frequenza (RDF12©) e quello di Tensione (RDT14©), due piccoli ma potenti gioielli di ingegneria a cui è stata aggiunta l’Automazione di Gruppo (AUT16©), considerata il vero e proprio “cervello” d’impianto. Questi programmi, inseriti in piattaforme hardware selezionate, consentono il controllo automatizzato del gruppo di generazione idroelettrico.

L’intero progetto è stato disegnato sui sistemi di controllo di GE (oggi Emerson), scelto da CVA come partner preferenziale per l’affidabilità e le performance già sperimentate con precedenti soluzioni.
Il valore aggiunto dei suddetti sistemi di regolazione è rappresentato dall’interfaccia utente, user friendly, semplice e affidabile, disegnata ad hoc per soddisfare le esigenze dell’impianto e le attese dell’operatore.

Inoltre i livelli di regolazione risultano più precisi ed attendibili, la qualità di gestione dell’esercizio della rete elettrica è migliorata, si sono evitati perdite di energia e fuori servizi della rete. Anche il prezioso patrimonio ambientale della Valle D’Aosta ne ha sicuramente tratto beneficio.

Il team Innovation non si è accontentato del perimetro della centrale idroelettrica ed ha anche realizzato la prima Automazione delle Opere di Presa e controllo automatico del Deflusso Minimo Vitale, denominato AUTOP. Questo sistema è stato applicato, per il momento, a bordo del grande sbarramento sul fiume Dora Baltea sito a Pont Saint Martin a servizio dell’impianto CVA di Quincinetto 2 e sullo sbarramento di Sarre a servizio dell’impianto CVA di Quart.

Oggi è in corso lo sviluppo del Regolatore di Impianto (di cui il primo prototipo di Regolatore di Livello è già pienamente in servizio sull’impianto di Hone 1) – collocato gerarchicamente al di sopra delle automazioni di gruppo e punto di confine tra controllo locale e remoto – che consentirà il funzionamento in totale autonomia dell’impianto idroelettrico. Quarta ed ultima fase del progetto, andrà a finalizzare l’iter di ricerca e sviluppo del team Innovation di CVA sul tema del controllo automatico della generazione idroelettrica. Questo importante obiettivo da raggiungere è stato fissato ambiziosamente per il 2021 sull’impianto idroelettrico di Signayes.

CVA guarda nuovamente al futuro e conta di esportare al più presto queste Soluzioni sviluppate tutte internamente con competenze da addetti ai lavori, che ad oggi non vantano eguali.

La soluzione ha riscosso l’interesse di operatori primari del settore elettrico e numerose realtà europee si sono mostrate interessate all’implementazione sui propri impianti.

CVA ha così creato uno standard di tecnologie per rendere omogeneo e altamente performante la gestione degli asset di produzione idroelettrica.

Per informazioni: Funzione marketing e relazioni esterne | 0166 822030 | marketing@cvaspa.it

Condividi con