CVA e DEVAL insignite del premio Felix

Anche quest’anno, il Gruppo CVA è stato premiato all’evento Industria Felix, dedicato ai risultati della maxi inchiesta sui bilanci 2020 di 700.000 società, indagine condotta dal trimestrale di economia e finanza, diretto da Michele Montemurro, in supplemento a Il Sole 24 Ore e in collaborazione con Cerved. Il gruppo è tra le 59 imprese più performanti, affidabili finanziariamente e sostenibili che competono nell’area di Emilia Romagna, Liguria, Piemonte e Valle d’Aosta.

Un traguardo importante, che vede CVA, tra i principali player italiani nella produzione di energia rinnovabile, riconosciuta come migliore impresa dei settori energia e utility e migliore grande impresa con sede legale in Valle d’Aosta per performance gestionale e affidabilità finanziaria Cerved.

Grazie agli oltre 600 dipendenti – dichiara il Direttore Generale di CVA, ing. De Girolamo Enrico – CVA ha ottenuto anche nel 2020 ottimi risultati che confermano la propria resilienza in un anno difficile come quello pandemico. Il Gruppo CVA, sempre più attento ai temi della sostenibilità, esegue le proprie attività industriali con grande attenzione al territorio in cui opera ponendo le basi per essere definito una “Community Company”. I risultati conseguiti e la consapevolezza di poter disporre di un capitale umano di elevatissima competenza ci consentono di guardare con fiducia alle importanti sfide che l’implementazione del Piano Strategico ci pone per il prossimo futuro.”

Per il primo anno Deval S.p.A., l’azienda distributrice di energia elettrica del Gruppo, è stata riconosciuta all’evento Industria Felix quale Miglior media impresa per performance gestionale e affidabilità finanziaria Cerved con sede legale in Valle d’Aosta.

Un riconoscimento molto apprezzato dal Presidente e Amministratore Delegato Giorgio Pession, che commenta: “Esercitiamo un servizio di interesse pubblico, quale è la distribuzione di energia elettrica, con soddisfacenti risultati economici e ottimi risultati dal punto di vista della qualità del servizio erogato; fatto, quest’ultimo, ancor più importante se si tiene conto del territorio montano in cui operiamo e della vocazione spiccatamente turistica della nostra Regione. Per questo motivo ci tengo a ringraziare tutti i nostri dipendenti che svolgono un lavoro così importante con professionalità e passione. La transizione energetica, l’innovazione tecnologica, la resilienza e l’attenzione alla sostenibilità sono i temi cardine su cui si basano i nostri piani di sviluppo dei prossimi anni, piani che sono particolarmente sfidanti.”

In Valle d’Aosta, per il Fiscal Year 2020, le aziende sono 217 (sopra il mezzo milione di ricavi) e hanno prodotto il 5,6% su un fatturato complessivo di 3,7 miliardi (-13,9%) di euro realizzato da circa 1.300 imprese, impegnando l’11,2% su 15mila addetti (-6,25%).

Condividi con